Un caldo pomeriggio tra urla e riflessioni 

Quante frittate sono state girate,

quante medaglie rovesciate.

Troppe le persone che accusano di egoismo mentre sono intente a pensare solo al proprio tempo.

L’ipocrisia, la rabbia, la frustrazione e il malcontento. I sorrisi finti, le promesse. Gli eroi, i salvatori della sagra. Quelli che si candidano promettendoci prati più verdi, quelli che li votano. L ‘arrivismo, gli scalatori sociali, i ruffiani, i sognatori. La vicina che canta a squarciagola alle 14:30 di un caldo pomeriggio di luglio disturbando il mio riposo. I pacchi di multe, il digitale terrestre, le pubbliche relazioni, il locale dove passare il sabato sera con gli amici. La spalla infortunata, le punture, i chili di voltaren, l’artrosilene, le zanzare, le notti brave, le notti in bianco e questa disgraziata che non smette di urlare la canzone del momento… Ho dimenticato qualcosa?

Luca Molinari Photo & Lyrics 

Annunci

7 pensieri riguardo “Un caldo pomeriggio tra urla e riflessioni 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: